tradingzone
Non hai trovato quello che volevi? Cercalo con Google!

Le Stablecoin

Autore: CommunityAggiornato: 23 Luglio 2020

Criptovalute che operano come importante vettore di mercato e riferimento per il mondo Trading

Le monete come il Bitcoin, Ethereum, Litecoin, e molte altre sono il frutto di progetti nati ed evoluti in primis per fornire ai privati cittadini ed alle istituzioni di tutto il mondo il vantaggio di svincolarsi dai limiti che contraddistinguono i sistemi bancari tradizionali. Il percorso di queste criptovalute per raggiungere tale obiettivo si è dimostrato nel corso del tempo non privo di ostacoli, di fatto ancora manca una accettazione realmente diffusa di questi asset. Il comparto per operare efficacemente nel quotidiano ha si dato prova di apprezzare le monete citate ma nel contempo ha posto in luce le difficoltà di appoggiarsi ad entità digitali non ancorate al valore di nessun altro riferimento oggettivo. Il Bitcoin è in altri termini assolutamente libero di fluttuare nel suo valore, aspetto intrinseco alla sua natura e senz'altro da considerare positivamente, ma proprio per questo diviene inadatto per certuni investimenti.

Quando si discute di tale argomento si finisce spesso per formulare all'interlocutore una domanda banale ma rivelatrice:

“ Vi piacerebbe ricevere lo stipendio in Bitcoin? ”

Pensiamoci, il re delle valute cripto muta di continuo nel suo potere d'acquisto dato che il tasso di cambio rispetto l'Euro (od il Dollaro, ecc.) fluttua sia nel breve che ancor più nel medio e lungo periodo. Incassato oggi il vostro stipendio in BTC potreste accorgervi che nel trascorrere dei giorni il solito cappuccino consumato al bar vi costa il doppio o forse la metà di quanto eravate abituati, tutto dipende dal cambio del momento. E con una volatilità così accentuata come si potrebbe poi gestire un prestito oppure il semplice accantonamento di una parte delle proprie risorse finanziarie per future esigenze? Chiaramente ne risulta che il mondo cripto, come lo si è delineato, offre molto ma risulta non ottimale quando ci si confronta con iniziative, di qualsiasi natura e scala temporale, che richiedono prezzi stabili.

Proprio per superare questi inconvenienti sono nati una nuova classe di progetti cripto, le stablecoin o stable-cryptocurrency. Si tratta di monete stabili in quanto contraddistinte da una volatilità estremamente contenuta il cui prezzo medio risulta agganciato a valute FIAT quali (tipicamente) il dollaro USA.

Criptovalute affidabili

Le stablecoin sono dunque una precisa risposta ad una specifica esigenza del mercato. Concettualmente in esse trovano applicazione molti dei meccanismi tecnici che contraddistinguono le altre valute digitali ma raffrontate a queste esprimono una dinamica dei prezzi nettamente diversa. Di fatto risultano degli asset affidabili essendo legate, direttamente o meno, a risorse che godono di una robustezza superiore. Il loro vantaggio lo si riconosce soprattutto nelle operazioni di medio e lungo termine, offrendo una misura del proprio valore economicamente stabile risulta possibile sia contrastare la volatilità del settore cripto tradizionale quanto permettere di accumulare valore nel tempo. Ritorniamo dunque alla domanda posta poco sopra riformulandola ora in altro modo:

“ Vi piacerebbe ricevere lo stipendio in Stablecoin? ”

Adesso la proposta incontrerebbe certo meno resistenze, un asset digitale che si dimostri affidabile diviene automaticamente pure uno strumento di pagamento conveniente. Se poi consente di mantenere bassi i costi di supporto e garantire adeguati livelli di privacy il quadro si consolida ulteriormente. Osservate da tale prospettiva le stable-cryptocurrency appaiono come un importante tassello chiamato a definire il futuro del mondo cripto. Il mercato ha riconosciuto questo trend e difatti la capitalizzazione delle principali stablecoin è cresciuta nel tempo a testimonianza della fiducia che vi si ripone.

Permangono delle incognite naturalmente. Il settore è giovane e non ancora maturo, si stima che nel triennio 2017 - 2019 grossomodo duecento gruppi hanno pubblicamente dato notizia di sviluppare un progetto stablecoin ma alla prova dei fatti solo un terzo di questi continuano nel 2020 a operare. Il principio ispiratore, ovvero la fusione degli aspetti più apprezzabili di criptovalute e valute FIAT in una sola entità, rimane in ogni modo potente e certamente l'interesse verso questi strumenti è destinato a crescere ulteriormente. Ogni crisi globale, ed è inevitabile citare la pandemia dovuta al coronavirus Covid-19, porta ad incrementare l'attrattiva per le monete digitali accelerando di riflesso pure la domanda di un cripto-dollaro (sopratutto) e di un cripto-euro.

Principali stablecoin

Vi proponiamo di seguito le metriche che caratterizzano le monete stabili di larga diffusione e/o più significative in ragione della propria storia. Una occasione per conoscere meglio queste cripto e rendere evidenti le loro performance.

USDT (Tether) :

Tra le cripto stabili maggiormente conosciute Tether esprime un valore che riflette quello del Dollaro USA. L'obiettivo del team di sviluppatori è di rendere fruibile una moneta che possa venire utilizzata a livello pratico come Dollaro digitale con un cambio di uno ad uno. Per mantenere tale legame ancorato come media all'unità viene adottato un meccanismo di conversione che emette USDT in proporzione all'acquisizione di Dollari statunitensi. Il grafico che segue mostra come esempio le performance nel periodo compreso tra marzo 2015 ed agosto 2019:

Dalla curva del prezzo, di colore verde, si ha modo di constatare di come il rapporto 1:1 con il Dollaro sia mantenuto nel lungo periodo e di come le oscillazioni di breve periodo si dimostrino notevolmente contenute se paragonate a quelle del Bitcoin. La curva che quantifica la capitalizzazione, di colore azzurro, evidenzia una poderosa crescita nel corso dei recenti anni mentre l'incremento del volume di scambi giornaliero, istogramma grigio, offre prova dell'aumentato interesse di investitori e trader a partire da fine 2017. In tabella le statistiche come fotografate ad agosto 2019 così da mantenere coerenza con il grafico.

ParametroValoreNote
Prezzo nominale 1,00 USD 
Massimo storico1,210 USD+21%, il 27 maggio 2017
Minimo storico0,849 USD-15%, il 27 febbaio 2017
Picchi su 30gg1,02/0,984 USD±2% max

A parte gli scostamenti avvenuti nel 2017 le dinamiche del prezzo nel medio termine sono contenute al di sotto del 2%, cifra che attualmente stante la maturità gestionale raggiunta dalla moneta si assesta su valori medi ancora inferiori.

USDC (USD Coin) :

Moneta implementata su ambiente Ethereum e regolata da istituti finanziari che mantengono una riserva di valuta FIAT per una equivalenza unitaria con il Dollaro USA. Il grafico che segue mostra come esempio le performance nel periodo compreso tra ottobre 2018 ed agosto 2019:

In tabella le statistiche come fotografate ad agosto 2019 così da mantenere coerenza con il grafico.

ParametroValoreNote
Prezzo nominale 1,00 USD 
Massimo storico1,110 USD+11%, il 15 ottobre 2018
Minimo storico0,978 USD-2%, il 28 dicembre 2018
Picchi su 30gg1,02/0,986 USD±2% max

TUSD (TrueUSD) :

Moneta implementata su piattaforma TrustToken ed affiancata da istituti finanziari che mantengono una riserva di valuta FIAT per una equivalenza unitaria con il Dollaro USA. Il grafico che segue mostra come esempio le performance nel periodo compreso tra marzo 2018 ed agosto 2019:

In tabella le statistiche come fotografate ad agosto 2019 così da mantenere coerenza con il grafico.

ParametroValoreNote
Prezzo nominale 1,00 USD 
Massimo storico1,360 USD+36%, il 16 maggio 2018
Minimo storico0,934 USD-7%, il 7 aprile 2018
Picchi su 30gg1,02/0,980 USD±2% max

PAX (Paxos Standard) :

Moneta implementata dalla compagnia Paxos su accordo con la New York State Department of Financial Services per offrire un servizio regolato cripto con equivalenza unitaria rispetto il Dollaro USA. Il grafico che segue mostra come esempio le performance nel periodo compreso tra settembre 2018 ed agosto 2019:

In tabella le statistiche come fotografate ad agosto 2019 così da mantenere coerenza con il grafico.

ParametroValoreNote
Prezzo nominale 1,00 USD 
Massimo storico1,10 USD+10%, il 15 ottobre 2018
Minimo storico0,975 USD-3%, il 2 aprile 2019
Picchi su 30gg1,03/0,984 USD±3% max

Poniamo alla vostra attenzione un dettaglio comune a tutte le criptovalute citate, l'incremento della capitalizzazione nel tempo e la raggiunta stabilità del prezzo nel recente periodo. Segnali questi rispettivamente del sostegno ottenuto dalle stablecoin e del buon livello di gestione che le contraddistingue.

Trading con stablecoin

Come abbiamo illustrato mentre il prezzo medio di una stable-cryptocurrency rimane ancorato al prezzo della moneta FIAT di riferimento, 1 Dollaro per USDT ad esempio, la quotazione istantanea oscilla attorno al nominale. Lo scostamento è piccolo, tipicamente inferiore al 2%, ma pur sempre il risultato delle medesime dinamiche di mercato che coinvolgono le altre cripto. Esibiscono dunque rally, ovvero un veloce sbalzo dei prezzi, come pure trend di breve periodo. Le stablecoin sono dunque tradabili con le modalità consuete fermo restando che essendo il range di variazione contenuto sia in ampiezza che in tempo si devono scegliere tecniche adatte e soppesare l'impatto delle tariffe applicate dal proprio exchange.

L'uso della leva, ovvero dello strumento finanziario che permette di acquistare e vendere una coin per un ammontare superiore al capitale posseduto, è una opzione particolarmente interessante per i trader di maggiore esperienza. Naturalmente con tale opzione si può beneficiare di un guadagno maggiore ma di pari passo aumenta il rischio.

Vi è comunque una strategia del tutto diversa che porta ad usufruire delle stablecoin nella propria attività di trading.

Solitamente ci si trova ad investire in una moneta, poniamo il Bitcoin, acquistandola in un dato momento (BUY) ritenuto favorevole e vendendola (SELL) in un opportuno momento successivo. Terminata l'operazione a seconda delle proprie analisi e preferenze si attende un nuovo momento idoneo all'acquisto. Tra una operazione di trading e la successiva il nostro investimento al quale si aggiunge il guadagno / perdita ottenuto va scambiato con altra valuta e tenuto in attesa. Non risulta pratico ed economicamente vantaggioso convertire in una valuta FIAT. Le stablecoin entrano in campo essendo per loro natura asset ideali a costituire il portafoglio del trader in questa fase. Si garantisce così l'integrità delle risorse, proteggendo il capitale dalle fluttuazioni al pari del Dollaro / Euro istituzionale, e si rimane nel contempo entro l'ambito cripto così da pianificare in tempo reale ogni futura azione.

Con il seguente esempio descriviamo la strategia nel concreto.


Uso delle stablecoin nel Trading di criptovalute

Poniamo di essere interessati a fare operazioni con BTC (Bitcoin), ETH (Ethereum), LTC (Litecoin), XRP (Ripple) ed EOS. Queste cinque coin rappresentano quello che possiamo definire il nostro spazio trading. Lo USDT è invece scelta come bene rifugio che possiamo definire il nostro spazio di attesa. Con il progredire dei giorni la figura descrive la serie di azioni seguente:

  • 1 maggio
    Investiamo in BTC.

  • 7 maggio
    Uscita dall'operazione di trading in BTC. Nessun'altra valuta tra quelle da noi osservate risulta idonea ad entrare in contemporanea con una nuova operazione. La conversione tra la coppia USDT-BTC segna l'inizio di una fase di stand-by.

  • 13 maggio
    Investiamo in ETH attingendo dalle risorse su stablecoin.

  • 22 maggio
    Uscita dall'operazione di trading in ETH. Immediatamente investiamo in LTC.

  • 25 maggio
    Uscita dall'operazione di trading in LTC. Nessun'altra valuta tra quelle da noi osservate risulta idonea ad entrare in contemporanea con una nuova operazione. La conversione tra la coppia USDT-LTC segna l'inizio di una fase di stand-by.

  • 4 giugno
    Investiamo in XRP attingendo dalle risorse su stablecoin.

  • 22 giugno
    Uscita dall'operazione di trading in XRP. Immediatamente investiamo in BTC.

  • 27 giugno
    Uscita dall'operazione di trading in BTC. Nessun'altra valuta tra quelle da noi osservate risulta idonea ad entrare in contemporanea con una nuova operazione. La conversione tra la coppia USDT-BTC segna l'inizio di una fase di stand-by.

  • 16 luglio
    Investiamo in BTC attingendo dalle risorse su stablecoin.

  • 23 luglio
    Uscita dall'operazione di trading in BTC. Nessun'altra valuta tra quelle da noi osservate risulta idonea ad entrare in contemporanea con una nuova operazione. La conversione tra la coppia USDT-BTC segna l'inizio di una fase di stand-by.

  • 5 agosto
    Investiamo in EOS attingendo dalle risorse su stablecoin.

Naturalmente l'esempio che abbiamo delineato risulta semplificato nei suoi termini. Nell'attività reale di trading una saggia politica di money management richiede di frazionare il capitale a seconda delle operazioni, queste ultime potranno anche sovrapporsi e non ci limiteremo ad aprire un investimento solo dopo aver chiuso il precedente, eccetera. Il principio che emerge è comunque chiaro: la stablecoin (USDT, ma potrebbe essere un'altra) usata nel modo descritto offre al trader un riferimento sicuro idoneo per accumulare e distribuire le risorse nell'intero arco temporale che lo vede impegnato sul mercato cripto.

Note


  1. Di seguito le risorse con i dati aggiornati sulle stablecoin citate nella pagina:

    Coinmarketcap USDT

    Coinmarketcap TUSD

    Coinmarketcap USDC

    Coinmarketcap PAX

Lascia un commento

Il tuo post verrà pubblicato dopo una valutazione da parte della Community. Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

TradingZONE.info
Dite agli amici del nostro sito, divulgate
TradingZONE.info
Grazie !

Coin

Top